Friday, February 19, 2016

LEGGE MADIA, I SOGNI SON DESIDERI

FPA NET AL CENTRO DELL'INNOVAZIONE N° 431 del 17 febbraio 2016.

Editoriale
Il CAD che ho letto e il CAD che sognavo. Si sa che “i sogni son desideri…” e io un sogno ce l’avevo quando ho letto l’art. 1 della legge delega sulla riforma delle amministrazioni (la legge 124/2015 familiarmente chiamata “legge Madia”). 

In primo piano
Gli archivi di deposito e la spending review nella relazione della Corte dei Conti. Il commento di Gianni Penzo Doria alla relazione della Corte dei Conti - Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato "Gli archivi di deposito delle amministrazioni statali e la spending review”, approvata lo scorso dicembre.
Al Ministero della Difesa il più grande progetto italiano di migrazione a software open source. Si chiama LibreDifesa e si pone l'obiettivo di migrare circa 150mila postazioni a software libero LibreOffice per la produttività individuale e adottare come standard dei documenti il formato aperto Open Document Format, garantendo interoperabilità, leggibilità nel tempo e sicurezza nello scambio di documenti. 
Pratiche dal Premio Agenda Digitale 2015. Dai progetti finalisti del Premio Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano oggi segnaliamo "EDOC@WORK3.0 — Education and Work on Cloud", categoria “Competenze Digitali”.
Quando lo sport vale 19 euro: l’investimento dei grandi comuni. Mentre viene presentata ufficialmente la candidatura olimpica di Roma 2024, diamo un sguardo all'investimento dei grandi comuni italiani per lo sport, attraverso i dati OpenPolis.
ATTI ON LINE. E-participation: le tecnologie digitali e mobile per rinnovare l’alleanza tra cittadini e pubblica amministrazione. Sono consultabili on line gli atti del webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Posytron, lo scorso 11 febbraio.
ATTI ON LINE. Flussi documentali e Protocollo informatico: la PA tende la mano al cittadino. Sono consultabili on line gli atti dell'appuntamento organizzato da FPA e Poste Italiane, il 17 febbraio.

Speciale CAD
Speciale CAD, grandi firme commentano il codice della PA digitale. Il dossier, a cura della Redazione dei Cantieri della PA Digitale, dove 16 tra i maggiori esperti della materia analizzano i pro e i contro del nuovo codice della PA digitale. Tra gli altri: Elio Gullo (Funzione pubblica), Carlo Mochi Sismondi (FPA), Gianni Dominici (FPA), Mario Calderini (Polimi), Enrico Consolandi (Magistrato) e noti giuristi del digitale.
Tana libera CAD! Lo schema di decreto aperto ai vostri commenti. Con la collaborazione di OpenPolis, abbiamo “liberato” il testo dello schema di decreto legislativo che riporta modifiche e integrazioni al Codice dell'Amministrazione Digitale, inizialmente pubblicato sul sito di Palazzo Chigi come pdf - immagine. Qui il documento aperto ai vostri commenti.

Eventi
Smart health. – L’innovazione digitale al servizio della salute. FPA con il contributo incondizionato di Fondazione MSD, organizza una giornata di lavoro sul tema dell’innovazione in sanità, vista sempre più come motore di sviluppo socio economico del Paese. Conclude il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. Il 23 febbraio a Roma. 

Segnalazioni
Innovazione industriale e valore per il Paese. Una conferenza per presentare diverse realtà aziendali e per ragionare sul potenziale ruolo della politica regionale nella promozione di ricerca e innovazione, nell'attrazione di investimenti e nell'internazionalizzazione. Il 19 febbraio a Milano
"From ISA to ISA²". Al centro della conferenza, ospitata dalla Commissione Europea, il ruolo fondamentale dell’interoperabilità transfrontaliera come fattore abilitante di un moderno settore pubblico e di servizi pubblici digitali che mettano al centro l’utente. Il 3 marzo a Bruxelles.
Master Course "Professionisti della digitalizzazione documentale e della privacy" Dall'8 al 17 marzo 2016 riparte a Roma la formazione ANORC con la nuova edizione del Master, patrocinato da AgID.

Per iscriversi al servizio di newsletter c'è il sito web. Leggi tutto.

FORUM PA.IT | periodico informativo sull'innovazione nelle pubbliche amministrazioni e nei sistemi territoriali | Pubblicazione telematica iscritta presso Registro della stampa del Tribunale di Roma | Reg. n. 182 del 2 maggio 2008.

Friday, February 05, 2016

SULL'OSPEDALE DI SORA LA LETTERA A MACCHITELLA

Ospedale “Ss. Trinità”.

Egr. Dott. Macchitella,

la situazione dell’ospedale “Ss. Trinità” è ancora critica, per migliorarla ed offrire, quindi, ai pazienti un servizio adeguato nel rispetto dei Livelli Essenziali di Assistenza è necessario procedere all’assunzione di personale in deroga. In particolare, si vuole porre l’accento sulle carenze di organico che da tempo riguardano i Medici, gli Infermieri, gli Operatori Socio Sanitari e gli Ausiliari. Questa criticità è stata accentuata dall’entrata in vigore della normativa europea, del 25 novembre u.s. sull’orario di lavoro, che ha fissato la settimana lavorativa a 36 ore, più 12 massimo di straordinario.
Allo stato attuale, pertanto, necessitano di infermieri i seguenti reparti dell’ospedale: Lungodegenza; Medicina Generale; Ortopedia e Ostetricia.
Per quanto concerne gli Ausiliari la carenza di organico è cronica e riguarda l’Ospedale nel suo complesso. Fino al a tutto il mese di novembre 2015 gli ausiliari hanno sostenuto turni serrati ed elevati carichi di lavoro per garantire la continuità di molti servizi ospedalieri. Si deve, altresì, considerare che, da quanto risulta, sembra che gli ausiliari non possano più svolgere gli straordinari, nonostante la recente normativa europea abbia individuato il limite sopra riportato.  Quanto descritto potrebbe avere delle ripercussioni sulla qualità e quantità delle prestazioni in favore dei pazienti, e potrebbe accrescere notevolmente le criticità già note e si correrebbe il rischio di ridurre al collasso molte U.O.. Risulta, quindi, necessario procedere sia a nuove assunzioni che alla stabilizzazione degli ausiliari già in servizio, e nel frattempo permettere il ricorso allo straordinario nei limiti della normativa vigente.

La mancata stabilizzazione, che sembrava dovesse essere richiesta nello scorso mese di dicembre, è stata surrogata con contratti a tempo determinato. La conseguenza di ciò è stata l’instaurazione di nuovi ricorsi in sede giudiziale, con aggravio delle spese legali sostenute dall’A.S.L.. Al riguardo, sarebbe opportuno discutere della situazione con i rappresentanti dei lavoratori, al fine di dirimere i problemi sopra indicati, evitando il ricorso a soluzioni quali l’esternalizzazione del servizio che, di fatto, comportano un impoverimento del territorio e dell’indotto prodotto dalla presenza dell’ospedale a Sora. Si pensi, ad esempio, alla mensa che una volta era interna, mentre i pasti oggi vengono confezionati a Pomezia.                                    Purtroppo, altre criticità potrebbero insorgere a breve. Infatti, nei prossimi tre o quattro mesi si perderanno 3 Ostetriche ed un Pediatra.
Inoltre, si deve ricordare la carenza di Medici in Ortopedia, nel Servizio Trasfusionale ed in Radiologia. Per la Radiologia sembra che per gli esami diagnostici, gli appuntamenti al CUP per l’Ospedale di Sora, siano stati sospesi, per l’insufficiente numero giornaliero di Medici in servizio, dovuto sempre per i limiti imposti dalla Normativa Europea. Tuttavia, nel mese di Gennaio tramite la mobilità esterna regionale un Medico Radiologo è stato trasferito presso la A.S.L. di Frosinone, ma anziché essere destinato in forza al Ss. Trinità e scongiurare i problemi descritti, ha preso servizio all’Ospedale di Frosinone, dove i Medici Radiologi sono 12 a fronte dei 6 Medici al “Ss. Trinità”. A tal proposito, saremo grati se potesse dare una spiegazione a tale scelta. 
Infine, per ridurre i tempi per la donazione del sangue da parte dei volontari delle varie associazioni, si prega di voler incrementare il materiale d’arredo (es. poltrone per donazioni, ecc….). Sempre per quanto concerne il Servizio trasfusionale servono ulteriori attrezzature, compresa l’assegnazione di un’autovettura per garantire le raccolte di sangue sul territorio del polo C e D, da sempre di competenza del servizio trasfusionale del “Ss Trinità”. A causa di queste carenze e della mancata assegnazione stabile di un medico per la copertura del turno di Sora, si andrà inevitabilmente incontro ad una contrazione delle donazioni di sangue e di prestazioni presso l’ambulatorio di medicina trasfusionale, importante realtà al servizio dell’intero polo oncologico. Si richiede, infine, che venga garantito il passaggio del cosiddetto “camminatore” per iI trasporto del sangue verso il Policlinico Tor Vergata anche sul polo di Sora e Cassino nelle giornate di raccolta sangue straordinarie. Quanto suggerito permetterebbe di fornire un servizio migliore ai pazienti, di evitare la diminuzione del numero di donazioni e di accelerare le procedure di invio da parte del personale infermieristico. Quest’ultimo duramente provato a causa: delle nuove procedure; dalla cancellazione del database provinciale realizzato in oltre 10 anni di attività; dal blocco delle prestazioni degli infermieri esperti di donazione di altre U.O. da parte delle varie direzioni.
Si ricorda che per l’assenza dell’autovettura iI servizio di trasfusioni domiciliari è stato sospeso. L’auspicio è che si voglia finalmente invertire la rotta, mettendo un freno ai continui tagli  che provocano disagi alle persone bisognose di cura ed ai lavoratori del comparto.
Su tutti questi problemi manterremo sempre alta l’attenzione.

Svolta questa disamina sui problemi che colpiscono il “Ss. Trinità”, gli “Amici del MoVimento 5 Stelle Sora” le chiedono di intervenire con urgenza, affrontando la situazione con misure immediate e coinvolgendo anche i rappresentanti dei lavoratori del comparto sanità, al fine di individuare le soluzioni più adeguate per fornire delle prestazioni conformi ai L.E.A..
            In attesa di un gentile riscontro, con l’occasione si porgono cordiali saluti.

* Sora, 3 febbraio 2016. Il Portavoce del Meetup Fabrizio Pintori

Friday, January 29, 2016

"GRAMSCI OGGI", IL NUOVO NUMERO ANCHE NEL SITO: GRAMSCIOGGI.ORG

È possibile consultare il nuovo numero di Gramsci oggi. "La rivista è stata inserita anche nel nostro sito: www.gramscioggi.org dove troverete tutti i numeri precedenti che potrete consultare e scaricare".

"Tanti saluti e buona lettura". Per la Redazione: Rolando Giai-Levra cell.339 8574159 mail: redazione@gramscioggi.org sito web: www.gramscioggi.org che conclude con "N.B. - La rivista è in formato pdf, quindi per poterla leggere è necessario avere il programma Acrobat Reader che permette di aprire questo tipo di file. Se Acrobat Reader non è installato nel computer, bisogna connettersi in internet e il programma può essere scaricato direttamente digitando il seguente indirizzo: http://www.adobe.it/products/acrobat/readstep2.html